Am Schachenhaus, lo chalet del "Re" e il Wallenstein

Indice articoli

Una settimana di vacanza inaspettata tra le tradizioni, la natura e la tipicità bavarese

Una settimana di vacanza inaspettata ci porta diretti in Baviera, una regione che offre molto e neanche poi così distante. Domenica 22 luglio: partiamo alle 17 con un caldo insopportabile. Si inizia

a risalire la nostra penisola e, strada facendo, le temperature scendono provvidenzialmente. Attraversando gli Appennini vediamo anche qualche goccia di pioggia! La cena la consumiamo in un’area di sosta sulla E45 all’altezza di San Piero in Bagno fermandoci pochissimo, era già tutto pronto: polpette, pomodori cotti velocissimi, peperoni ripieni e speck! Per la notte ci fermiamo a Mesola, dormendo nello sterrato spesso occupato da camper a ridosso della SS309 (nell’area proprio all’inizio del paese c’è anche il camper service, ma il resto del piazzale lo troviamo occupato da capannoni …chissà cosa c’è in progetto, ad aprile era completamente libera). Appena qualche ora di sonno e riprendiamo il viaggio alle 6 in punto del 23 luglio. Vediamo una splendida alba sulle valli del Delta del Po e facciamo colazione strada facendo. Alle 8 siamo già sulla statale della Valsugana: il termometro ci indica che fuori sono 14,5°C! Saliamo, saliamo e, arrivati in Alto Adige, ci stupisce come in un solo anno (siamo passati di qui nel luglio 2011) la provincia di Bolzano (ma forse dovrei dire Bozen!), abbia già quasi completato un progetto stradale che ricorda molto il modello tedesco. Stanno ultimando varie deviazioni della statale del Brennero, per evitare il passaggio degli automezzi in transito all’interno dei centri abitati.

Scarica i POI di questo viaggio, "Baviera 2012", per il tuo navigatore nella sezione GPS  (è necessario essere registrati) 

Il tratto nei pressi di Bressanone è già percorribile e le indicazioni (e qui il nostro navigatore stava impazzendo!) ci fanno passare sotto due splendide gallerie evitando così il centro con i suoi semafori e la velocità ridotta. Sul passo del Brennero ci fermiamo per il pranzo dopo aver acquistato dello speck fantastico e del profumato pane di segale. Attraversiamo l’Austria, passiamo per Zirl affrontando la ripida salita e arriviamo a Klais alle 14.10. Qui c’è un bel parcheggio che può essere usato come base per molte escursioni; attenzione perché dalle 22 alle 5 i camper non possono sostare. Il tempo è splendido, cielo limpido senza neanche una nuvola. Usciamo immediatamente per scoprire questo piccolo e delizioso centro. Mentre camminiamo ammirando le case dipinte, conosciamo una simpatica signora e, tra tedesco italiano e inglese, riusciamo anche a capirci e a conversare un po’. Molti i ciclisti e molti gli escursionisti che incontriamo; da qui c’è la possibilità, tra le tante, di percorrere la Römerstrasse, l’antica Via Claudia Augusta (spiegazioni in tedesco). Noi siamo venuti per visitare lo Schachenhaus, lo chalet di montagna di Ludwig II di Baviera. L’escursione è prevista per domani, così il pomeriggio lo trascorriamo a Garmisch Partenkirchen. Ci piacerebbe salire con la funivia fin su lo Zugspitze, ma arriviamo troppo tardi; unica possibilità partenza alle 16.30 per poi scendere alle 17. Abbandoniamo il programma e ci rechiamo a Garmisch città (circa tre chilometri dall’area di sosta per camper che è proprio di fronte alla base di partenza della funivia). Troviamo un bel posticino per parcheggiare vicino al centro e passiamo il pomeriggio per le vie di questa rinomata cittadina. Una bella deviazione dalle strade principali prese d’assalto dai turisti è il "Michael Ende Park". Dedicato al celebre autore di Momo e La storia infinita (lo scrittore nacque qui nel 1929), è un’oasi al centro della città. Alberi secolari, aiuole, un laghetto con le ninfee, un percorso Kneipp e sculture, un luogo silenzioso e rilassante. Un gelato in una gelateria italiana e torniamo al camper. Dobbiamo spostarci nel parcheggio che sarà la base per la visita allo Schachenhaus in programma per domani. Libri e film su Ludwig di Baviera

Verso lo Schach...
Verso lo Schachenhaus Verso lo Schachenhaus
Alba sul Delta
Alba sul Delta Alba sul Delta
Garmisch
Garmisch Garmisch
Garmisch
Garmisch Garmisch
Schachenhaus
Schachenhaus Schachenhaus
Klais
Klais Klais
Klais
Klais Klais

Tags:

Siete curiosi di sapere cosa succede quando un camperista viene discriminato ingiustamente?

 

Giorgio Camporese: in campo con l'ANCC perché viaggiare tutelati è tutta un’altra vita

GIORGIO CAMPORESE: TEMPI CUPI PER I SINDACI SCERIFFO

Giorgio Camporese: Come prepararsi per un viaggio sicuro in camper

© 2024 Kiala, viaggi in camper. All Rights Reserved. Designed By JoomShaper I contenuti del sito sono di proprietà dell'autore, ne è vietato qualsiasi utilizzo da parte di terzi, senza il preventivo consenso scritto del titolare.